Città mia

Quando tu sei entrata in me
piccola città deserta
non ero ancora nata
mi hai scavato partendo dalle viscere
nell’istante in cui la notte
ti rende silenziosa
Eri un’onda che batte pesante
sulle mura antiche in mezzo al mare
tu che silenziosa non sei mai
per una volta hai messo a tacere
ogni vicolo e ti sei fatta piccolissima
Poi, quando dalla pancia di mia madre
sono nata, sono entrata in te
nel tuo baccano, dentro tutti i tuoi colori
e le voci si sono formate ruvide
nei miei capelli, nelle unghie
nei ventricoli. Negli occhi di ogni passante
così che oggi, ognuno che entri in me
ti veda.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in le mie poesie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...